SEO: cos’è e come ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca

con Nessun commento

Hai mai sentito parlare di SEO? Si tratta dell’acronimo in inglese di Search Engine Optimization, che in italiano avrai sentito chiamare ottimizzazione per i motori di ricerca o più comunemente “ottimizzazione“. Si tratta di un insieme di operazioni atte ad ottenere maggiore visibilità da parte dei motori di ricerca e quindi ad avere un buon posizionamento nelle SERP (Search Engine Results Page), ovvero nelle pagine risultanti dalle ricerche degli utenti.

Qualcuno fa spesso confusione tra LA SEO ed IL SEO, inizio il mio post introduttivo sulla SEO dicendoti che la prima è l’insieme delle operazioni atte ad ottenere appunto l’indicizzazione nei motori di ricerca, mentre il secondo è il professionista che si occupa di tali operazioni.

seo - guida introduttiva alla SEO per blog

L’argomento della SEO è molto complesso soprattutto a livello tecnico, quindi non ti annoierò con dettagli che in questa fase introduttiva non sono utili, invece condividerò con te alcune nozioni insieme a qualche consiglio che potrebbero esserti utili a capire come scrivere meglio i contenuti del tuo blog, affinchè gli utenti possano trovarli.

Il tuo obiettivo deve essere quello di aumentare il traffico, indipendentemente dal motivo per il quale hai deciso di aprire un blog

Prima di tutto ti invito a fare una riflessione e a rispondere ad alcune domande, ad esempio: quando cerchi qualcosa su internet, come la cerchi? Cosa scrivi? La trovi subito? Tra tutti i risultati nella serp quale scegli? Che tipi di post preferisci leggere tra quelli che hai trovato nei risultati di ricerca?

Hai capito il motivo per il quale ti ho posto queste domande?

Quando scrivi un contenuto, se vuoi che questo sia ben indicizzato nei motori di ricerca, devi metterti nei panni degli utenti e chiederti cosa cercherebbero loro, quali parole chiave digiterebbero nel motore di ricerca per trovare informazioni su un determinato argomento e soprattutto, il motivo per cui tra tutti i risultati nella serp, la gente dovrebbe scegliere di leggere proprio il tuo post.

Rispondendo a queste domande e lavorando in questa direzione, scriverai dei contenuti che gli utenti apprezzeranno… e anche i motori di ricerca!

Devi sapere che i motori di ricerca hanno dei loro algoritmi e ci sono parecchi fattori che li influenzano ad esempio:

  • il numero backlink, ovvero di siti che linkano il tuo;
  • la qualità dei tuoi contenuti, intesi non solo come contenuti in sè ma anche per il modo in cui sono scritti, quindi dal titolo, al sottotitolo, alla descrizione, alle categorie, ai tag, ecc.;
  • il “peso” dei contenuti di ogni articolo/pagina, il quale incide sulla velocità di caricamento degli stessi.

C’è molto altro ancora e ne parleremo in seguito ma per adesso questo spero ti basti a capire che per essere trovato da un motore di ricerca devi:

  • scrivere contenuti di qualità che siano soprattutto tuoi! Copiare parti di testo da altri siti ti penalizzerebbe, i motori di ricerca hanno degli algoritmi molto efficienti in grado di rilevare testi o immagini già presenti in altri siti web, quindi cerca di essere originale;
  • curare i dettagli senza trascurare gli attributi dei tag che utilizzi, ad esempio l’attributo “alt” del tag <img>;
  • prestare attenzione ai permalink;
  • rendere il tuo sito il più leggero possibile, quindi non utilizzare foto o altri contenuti pesanti che rallenterebbelo il caricamento della pagina;
  • fare in modo che il tuo blog sia interessante, ospitale ma soprattutto navigabile utilizzando i menù, i widget (o gadget nel caso di Blogger) giusti.

Ricorda: l’utente che cerca qualcosa su internet lo fa perchè vuole trovare il prima possibile ciò che sta cercando e soprattutto non vuole impiegare troppo tempo leggendo cose che non gli interessano in quel momento.

Se è la prima volta che leggi un articolo sulla SEO ti sarai sicuramente chiesto: cosa vuol dire “essere penalizzati dal motore di ricerca”?

Più volte in questo post ho citato gli algoritmi dei motori di ricerca questo perchè in effetti tutto gira intorno a loro. Gli algoritmi si accorgono dei siti web che fanno uso di tecniche scorrette e i motori di ricerca li penalizzano togliendogli l’indicizzazione che hanno in quel momento ovvero portandoli in fondo alle serp. Per questo motivo ti consiglio di seguire le regole SEO indicate dagli stessi motori di ricerca, per ottenere una ottimizzazione naturale e corretta.

Ci sono parecchi plug-in per i blog che si trovano su piattaforma WordPress e che ti aiutano a curare alcuni dettagli nell’ottica di una migliore indicizzazione del tuo post. Uno dei plug-in più usati è SEO by Yoast.

Se invece hai un blog su piattaforma Blogger una parte del lavoro è già fatta perchè Blogger appartiene a Google e in quanto tale viene indicizzata più velocemente e in modo più automatico.

La mia introduzione alla SEO per oggi termina qui, spero che leggerai i miei prossimi articoli!

 

 

 

Segui Maria Giovanna Loggia:

Web & Social Media Strategist

Siciliana 38 enne, moglie e mamma. Ingegnere telematica di professione, blogger per passione e oggi anche per lavoro. Nella vita mi occupo di consulenza ad Aziende (Web & Social Media) ma anche di formazione off-line ed on-line, in particolare per Blogging, Social Media Marketing e grafica web. Lavoro come grafico pubblicitario per cartellonistica stradale e videoeditor per spot pubblicitari per maxischermi led. Sono fondatrice ed amministratrice del Gruppo Ufficiale dei Food Blogger Siciliani, è nostra anche la pagina "Ricette di cucina siciliana con foto". Amo viaggiare, parlare, ridere, passeggiare nella natura incontaminata e fotografo ogni cosa che vedo... o quasi! Non bevo caffè ma bevo litri di tè e mangio quintali di gelato al pistacchio... ma solo quello di Bronte!

Lascia una risposta